Gialli&Thriller


"Rotta per l'inferno" raccoglie quattro racconti in cui troviamo eroi che viaggiano su sentieri oscuri e pericolosi, affrontando uomini potenti e diabolici. Alcuni di questi viaggi sono reali mentre uno, invece, si svolge forse solo nella mente del protagonista. Leggendo questa antologia, il lettore incontrerà un ragazzino messicano che racconta la sua storia mentre attraversa la California alla ricerca di suo padre. Assisterà anche ad una incredibile scena in cui Edgar Alla Poe si confronta con un produttore Hollywoodiano. E poi affiancherà un pubblico ministero che si prepara ad un processo per omicidio, il tutto mentre viene tormentato da una madre dispotica. Nel racconto che chiude questa antologia, invece, appariranno anche i due personaggi più amati dall'autore, i due colleghi Steve Solomon e Victoria Lord. Steve dice che andrà a pescare con Manuel Cruz, uno squallido truffatore. Ma Victoria sa che Cruz ha sottratto un plico al cliente preferito di Steve, ed anche che si tratta di un compagno di pesca alquanto improbabile. Che cosa sta succedendo? Di certo tutti e tre si stanno dirigendo verso acque profonde e in dei brutti guai...

L'AUTORE
Paul ha lavorato come giornalista, è stato professore di giurisprudenza e avvocato prima di diventare un romanziere a tempo pieno. A Paul scrivere fiction viene praticamente naturale. I suoi libri sono stati tradotti in ben 23 lingue.
Paul è stato nominato per il Macavity Award e il James Thurber Prize, è stato nominato anche per un Edgar Award ed è stato finalista all'International Thriller Writers Award. Ha vinto il John D. MacDonald Award per i suoi romanzi con protagonista Jake Lassiter, tutti acclamati dalla critica. Ha anche scritto più di venti episodi per il dramma militare della CBS, JAG. Attualmente vive a Los Angeles. Questa è la sua prima opera tradotta in italiano.

 

Il noto mercante d'arte fiorentino Gordon Spada viene chiamato tra le guglie e i college dell'Università di Oxford per dare il suo contributo al riordino dell'archivio personale della professoressa Margareth Preston, scomparsa in circostanze sospette. Così a prima vista si tratterebbe di una missione apparentemente semplice, se non fosse che il mercante d'arte è stato l'ultimo ad essere contattato dalla vittima poco prima che morisse, con una email che lascia perplessi gli investigatori della Polizia della Valle del Tamigi. 
Perché la professoressa ha inviato a Gordon Spada le foto di alcune opere d'arte, chiedendo il suo aiuto? Soprattutto, perché tutti ad Oxford sembrano nascondere qualcosa? E perché lo stesso mercante d'arte si sente così legato a doppio filo alla vittima?
L'indagine di Gordon Spada comincia così quasi per caso, facendo rapidamente sprofondare lui e il suo maggiordomo nelle paludi di una torbida storia fatta di intrighi e sotterfugi, occultata e orchestata a dovere dagli insospettabili gentlemen che l'hanno ideata.

 

La notte che Hayden McKaley esce di casa, non si aspetterebbe mai di andare incontro al peggio. La mattina dopo la donna si risveglia in una strana abitazione, ha le caviglie e i polsi legati. Il suo rapitore - un uomo che indossa una maschera di Yoda - sta piangendo la morte di suo figlio, un ragazzo così fissato con Hayden da avere creato un diario artistico dedicato a quella sua ossessione. Ma questo diario contiene più di semplici schizzi e poesie d'amore... Racconta della mente deviata del giovane, del suo autolesionismo e della sua dipendenza. E adesso suo padre cerca vendetta, una vendetta molto semplice: dolore e paura. 
Riuscirà Hayden a smascherare la bestia e fuggire, o finirà come il figlio del suo aguzzino?


I detective Finch ed Elias hanno visto di tutto nel corso della loro lunga carriera - omicidi, aggressioni, stupri e persone scomparse. Ma non hanno mai indagato su una mummia scomparsa. Il lettore affiancherà i due investigatori mentre passano al setaccio una mezza dozzina di sospettati, tutto nel tentativo di risolvere la curiosa vicenda della mummia sparita dal museo di River City. Un frizzante poliziesco che non può mancare nella libreria degli amanti del mistero e dei gialli.

 

Carl è un poliziotto, un tipico yankee che vive in una piccola città di confine del Texas. Isabella è una bella messicana per cui tutti in città vanno matti, compreso lo sfortunato Pete ed il ricco e potente Jack. Ma è soprattutto Carl quello ad impazzire per lei…  A metà tra una storia d’amore e un tipico racconto poliziesco, “All’ombra di El Paso” contiene due racconti che esplorano l’amore, le differenze di razza e di ceto, ed anche l'ambiguità che caratterizzano il confine meridionale degli States.



Eugene ha ottantadue anni ed ha trascorso decenni ad uccidere donne. Mentre sta facendo autostop in Texas, alla ricerca della vittima n°50, il suo passato tornerà a perseguitarlo quando salirà in auto con una giovane donna di nome Laura. La somiglianza di lei con una delle sue vittime riporta alla mente di Eugene la sola che gli è riuscita a sfuggire. E mentre il momento decisivo si avvicina ed Eugene si prepara a chiudere i conti, il suo vecchio corpo potrebbe non consentirgli di portare a termine la caccia. Senza contare che Laura potrebbe avere qualche asso nella manica...

 

E' un piacevole pomeriggio di lavoro quando Gordon Spada, un mercante d'arte fiorentino, riceve una telefonata destinata a cambiare la sua settimana. Un amico di lunga data lo chiama a Napoli, per dare un'occhiata a qualcosa che lui, e solo lui, può comprendere. Spada vorrebbe restarsene a casa, ma la curiosità è troppa. Assieme alla sua assistente sale sul primo treno e fila a Napoli, al Castello di Sant'Elmo. Purtroppo, dopo neppure un'ora, la verità sarà subito chiara di fronte agli occhi di Spada: sarebbe stato meglio restarsene a casa...

 

Un uomo pericoloso conduce un'imbarcazione verso il largo, nel bel mezzo della notte. Un altro uomo giace legato e incosciente a poppa, ignaro del terrore cui sta andando incontro. Perché si trova lì? Chi è quell'uomo apparentemente folle che lo ha caricato su quella barca? Sopravviverà abbastanza a lungo per scoprirlo?

MICHAEL SPINELLI vive in Florida ma ha New York nel cuore. I suoi thriller hanno riscosso grande successo tra gli amanti degli autori indipendenti made in USA. Questa è la sua prima opera pubblicata in italiano. E' autore di altri thriller di successo, tra cui "Target". Con il  racconto "No Man's Land" è apparso nella antologia "Death Among Us. An Anthology of Murder Mystery Short Stories."


L'Alaska è un luogo di spettacolare bellezza e di scioccante ferocia, ed è stata la casa di Cindy Taylor per la maggior parte della sua vita. Lei sa bene che la natura possiede zanne e artigli, ma non sa ancora che anche negli uomini si annidano artigli e zanne di altrettanta ferocia. E quando Cindy comincia la sua vita da sola nella città di Anchorage, le abilità di sopravvivenza che ha imparato in Alaska saranno duramente messe alla prova. Una minaccia la sta perseguitando, e la vuole trasformare in una preda. E a quel punto Cindy dovrà usare la stessa astuzia degli animali selvatici per tentare di restare in vita. Miscelando egregiamente suspense e riflessione filosofica, "Caccia a Cindy" è una storia che parla di tradimento, di inganno, di tenacia e di fiducia in se stessi. Il male esiste davvero in Natura, o è solo una creazione dell'Uomo? La sconvolgente scoperta finale di Cindy fornirà tutte le risposte. 


Neil Anderson riflette su questa domanda mentre beve il primo caffè della giornata, alle prese con il caso di una ragazza scomparsa. Verso mezzanotte, però, troverà una risposta convincente a quell'interrogativo terrificante... Questa e molte altre storie in una raccolta che VIRGIBOOKS è orgogliosa di proporre prossimamente in italiano.

JOSLYN CHASE scrive storie piene di suspense e mistero, thriller che a volte virano verso il racconto dell'orrore. Oltre ad essere scrittrice è anche pianista, insegnante di musica, conferenziere e narratrice. Ama la storia americana e si è laureata in studi americani. Joslyn inoltre ama viaggiare: ha condotto cammelli attraverso il deserto della Nubia, ha respinto le scimmie sulla Rocca di Gibilterra, ha navigato sul fiume Cam ed ha fatto un'escursione sulle Alpi bavaresi.


The Thinking Machine — Professor Augustus S. F. X. Van Dusen, Ph. D, LL. D., F. R. S., M. D., etc., scientist and logician — listened intently and without comment to a weird, seemingly inexplicable story. A mystery only he could solve.

THE AUTHOR
Jacques Heath Futrelle (1875-1912) was an American journalist and mystery writer. He is best known for writing short detective stories featuring Professor Augustus S. F. X. Van Dusen, best known as "The Thinking Machine", for his application of logic to any and all situations.


"The almost insuperable difficulty of telling a story with even a grain of truth in it is this—or, I should rather say, the two insuperable difficulties are these—firstly, there is never the faintest dramatic point about really true stories; secondly, if they are worth telling at all, they are almost always incredible. And the truer they are, the more pointless and the more incredible they are. The story I am going to tell is neither dramatic nor probable. And yet it seems to me worth telling—independently of its inherent curiosity—as an instance of those extraordinary freaks of psychology which now and again throw out of gear altogether the everyday experience of practical men, among whom I have some claim to be reckoned."

 

Considerato il primo vero racconto mystery della narrativa occidentale, questa storia ambientata in Danimarca è ispirata ad un fatto di cronaca realmente accaduto, ovvero un misterioso omicidio che nel 1626 scosse il tranquillo villaggio di Veilbye e che restò irrisolto. La storia viene raccontata in prima persona e sotto forma di diario da parte del giudice distrettuale Erik Sørensen, che illustra la tragica e misteriosa vicenda del pastore Søren Qvist, su cui fu chiamato ad indagare.
Adattata per ben tre volte per il grande schermo, questa storia viene oggi proposta per la prima volta in italiano e presentata al lettore in una versione completamente rinnovata. Mantenendo intatta la trama e la versione originale, Martin Deiana vi ha aggiunto quel tocco di narrativa moderna che permetteranno al lettore di gustare appieno un giallo da tempo dimenticato ma che merita un posto di tutto rispetto nella narrativa mystery.

 

Non si può mai dire che cosa la vita ci tenga in serbo. Ci sono serate folli che possono segnare non una vita ma molte... Coincidenze che possono risultare determinanti per la vita di una persona... Scelte banali che, inaspettatamente, si rivelano fatali. 
E' questo ciò che scopriranno i protagonisti di questo folle racconto che affronta una delle tematiche più care all'essere umano: le coincidenze. Ovvero il trovarsi al momento sbagliato nel posto sbagliato.

 

Dicembre 1985. Janes Gallon, una bella ragazza dell'Idaho giunta fino a San Francisco per studiare, viene violentata. Il giorno dopo, la ragazza scompare nel nulla senza lasciare traccia. Le indagini sono brevi, e il caso viene quasi immediatamente chiuso. Forse insabbiato. Ottobre 2016, San Francisco. L'avvocato italo-americano Bernie Bracco sta vivendo uno dei momenti più appaganti del suo anno: una bella vacanza nella lussuosa villa di Pacific Heights, dal suo caro amico Marcus Ecklebaum. L'uomo è l'incarnazione stessa del sogno americano: bello, ricco e intraprendente. I due sono uno l'antitesi dell'altro, ma condividono la passione per l'arte e il desiderio di rifugiarsi in un mondo che ormai sembra non esistere più. La quiete della famiglia Ecklebaum viene tuttavia scossa da un atroce delitto. Per Bracco è la fine di un mito: il suo amico Marcus viene accusato del crimine e arrestato. Fermamente convinto dell'innocenza dell'uomo, Bernie Bracco si spoglia della sua veste di uomo tranquillo e riservato per condurre la sua personale inchiesta. E' così che, dopo tanto tempo, le vicende di Janes Gallon torneranno alla luce. Sebbene così lontano nel tempo, la soluzione del caso che ha tra le mani passa proprio per la risoluzione di quel delitto rimasto senza colpevoli. E Bernie Bracco non potrà fare altro che piegarsi al volere del destino... 

 

Blackrama non è un romanzo qualsiasi, ma un’epopea. L’autore ha riversato in questo libro tutta la sua esperienza maturata in diversi soggiorni nella città di New York, nel corso dei quali ha conosciuto le molte anime della città. Da amministratori delegati a postini UPS, da ristoratori italo-americani a divi della lirica divenuti clochard. Tra vicende surreali e personaggi allucinanti, tutti ispirati a fatti e persone delle cronache più nere made in USA, i quattro protagonisti mettono in scena un teatrino surreale e romantico, a tratti macabro e violento, nel quale realtà e finzione s’intrecciano per regalare al lettore le emozioni più disparate. In questo primo romanzo di quella che è ideata come una vera e propria saga, il lettore seguirà ognuno dei quattro ragazzi nel proprio percorso di crescita criminale, in una New York inedita e scontrosa, vista come una città capace di ricompensare ma anche di divorare senza pietà. 

 

Calling one day on a friend, who had amassed a large collection of autographs, and other manuscript curiosities, he showed me a small quarto volume, which had been bequeathed to him by a relative, a physician, who for many years had been in extensive practice in London.'He attended the patients at a private asylum for insane persons of the better classes,' said my friend, 'and I have often heard him speak of the writer of that beautiful MS, a gentleman of good family, who had been an inmate of ---- House upwards of thirty years,' at the time he was first called to attend him. On looking over the volume, I found it filled with scraps of poetry, extracts from classic authors, and even from the Talmudic writers; but what interested me most was a narrative of several pages, which appeared so circumstantially related as to leave little doubt of its being partly, if not wholly, founded on fact. I begged permission to make a transcript, which was readily granted, and the result is before the reader.


Da Bruges a Firenze, passando per Napoli, ci sono omicidi irrisolti, misteri che devono essere svelati, abili macchinatori che meritano di essere smascherati. 
Gordon Spada non è un semplice mercante d’arte fiorentino, ma qualcosa di più. E’ un misantropo, un inguaribile esteta pieno di ossessioni che alla compagnia degli esseri umani preferisce di gran lunga quella dei dipinti e delle opere antiche. E’ un amante dell’Arte e delle donne, e schiavo di entrambe. Suo malgrado si ritrova ad essere sempre l’uomo giusto, nel posto giusto, al momento giusto... e saranno solo la sua ironia e la sua profonda passione per il mistero a far tornare i conti. 
Una raccolta di racconti eleganti e frizzanti che non rinunciano alla tensione e alla suspense. Queste storie presentano al lettore l’ipnotica ed affascinate figura di Gordon Spada. A metà tra un commissario Maigret, un Robert Langdon e un raffinato Charlie Mortdecai, Spada è un personaggio che non si era ancora mai visto.  



Acapulco non ha mai avuto un detective donna prima d'ora, e adesso nessuno in città vorrebbe quella donna nella polizia. Emilia dovrà quindi affrontare da sola i cartelli messicani, la corruzione e le disuguaglianze sociali della città.Ma come ha fatto a diventare la prima detective donna della città?